Enzo Salvalaggio

Quando a Loreggia si avvicina a Ferragosto tutti noi Loreggiani pensiamo alla Sagra: quanti ricordi riaffiorano!
Per i bambini lo stupore delle giostre, per i ragazzi le prime uscite con gli amici, per gli altri la possibilità di vedere i propri compaesani per ritrovarsi a far festa. L’Antica Sagra di San Rocco rappresenta un’eredità importante che unisce la storia e le tradizioni del nostro territorio.

Tra mille difficoltà legate alle nuove normative anche quest’anno la Proloco di Loreggia si prepara ad accogliervi con ottimo cibo, grande musica, divertenti manifestazioni e tantissima allegria.

Il nostro ricco Stand da molti anni è luogo conosciuto per degustare ed assaporare prelibatezze, preparate con maestria dallo staff del nostro Chef Alcide Candiotto. La serata di apertura sarà dedicata alla cucina Calabrese con un menù ricco di piatti tipici (cena su prenotazione). Non mancheranno, oltre ai piatti del giorno, anche i piatti vegani e altri piatti di successo come la tagliata.

Come potrete leggere nelle prossime pagine presentiamo un calendario ricco di eventi che possano accontentare tutti: l’orchestra del ballo liscio tutte le sere, cinque serate dedicate al live con importanti cover band, una giornata completamente dedicata ai bambini, un’altra al concorso – esibizione per cani , la cake-competition arrivata alla 5a edizione, l’oramai consolidato Raduno di Auto e Moto d’epoca e la bella novità dello spettacolo pirotecnico finale accompagnato dalla musica!

Per realizzare tutti questi eventi sono fondamentali i volontari della Proloco che lavorano già da mesi; si fatica molto ma vedere che ogni anno partecipano migliaia di persone ripaga le mille fatiche e difficoltà. Quando ci ritroviamo per iniziare l’organizzazione la pensiamo come un momento di festa per tutti! Vi invitiamo perciò a viverla insieme a noi e a tutte le associazioni che ci lavorano.

E’ d’obbligo ovviamente ringraziare i vari collaboratori che lavorano al montaggio e allo smontaggio delle strutture, il personale della cucina e gli organizzatori dei vari eventi oltre gli sponsor che credono nelle tradizioni e ci sostengono economicamente. Doveroso anche il ringraziamento alle associazioni paesane che vedono famiglie e ragazzi coinvolti nell’aiutarci a realizzare ogni anno questo progetto. Non ultimo un ringraziamento all’amministrazione comunale insieme agli uffici preposti per la collaborazione soprattutto in quest’anno di cambiamenti importanti nella gestione della sicurezza delle manifestazioni e alle forze dell’ordine coadiuvate dalla preziosa presenza della Protezione Civile. Abbiamo cercato di stuzzicare la vostra curiosità con diverse manifestazioni che potrete scoprire sfogliando il libretto.

Vi aspettiamo numerosi!

fabiobui

Anche quest’anno la cornice di Prato Wollemborg ad ospitare dal 10 al 19 agosto la sagra di San Rocco che da decenni, nei giorni di ferragosto, richiama migliaia di persone provenienti da ogni parte della nostra provincia per gustare la qualità dell’offerta enogastronomica messo a punto dalla Pro Loco e, per partecipare al nutrito programma di spettacoli in programma.

La sagra è un evento che si ripete ormai da decenni, ma mai come oggi mi sento di rivolgere un “grazie” particolare agli organizzatori e alle tante volontarie e volontari che collaboreranno alla riuscita dell’evento.

Le nuove normative introdotte per l’organizzazione di eventi rendono particolarmente complesso proporre ed organizzare ogni manifestazione e, inoltre, carica di responsabilità coloro che in maniera assolutamente volontaria si impegnano per mantenere vive le tradizioni paesane. Nessun servizio volontario deve essere dato per scontato a priori, ma deve essere un impegno a cui noi dobbiamo guardare con gratitudine chiunque o ovunque si svolga.

Una comunità pensa al proprio futuro non trascurando la propria storia e questi eventi, contribuiscono a creare una nostra identità locale ed alimentano la nostra socialità e senso di appartenenza ad un territorio. Anche la nostra sagra di San Rocco nei decenni con le sue naturali modificazioni e aggiornamenti è un elemento che ci contraddistingue come comunità civile di Loreggia. E di questo ne possiamo essere sicuramente orgogliosi e, quindi, nel rinnovarvi l’invito a ritrovarci dal 10 al 19 di agosto nello stand e degli eventi organizzati dalla Pro Loco, auguro tutti i concittadini di trascorrere alcune giornate di svago e serenità assieme alla propria famiglia e ai propri amici.

Le sagre sono momenti di festa, appuntamenti gioiosi, ma rappresentano anche parte integrante della vita sociale delle nostre comunità, riassumono gli elementi essenziali di un paese: lavoro, produttività, sviluppo, valorizzazione, promozione del territorio, cultura e tessuto sociale.

La sagra di San Rocco a Loreggia rappresenta tutto questo, è l’espressione di una comunità che intende valorizzare le tradizioni, esprimere la propria identità e rinnovare la coesione e la solidarietà tra la popolazione.

Una dimensione “autentica” che rappresenta anche un’occasione per i turisti che vogliono scoprire manifestazioni paesane e desiderano rivivere la gioia dello stare insieme, il piacere dello spirito della festa, condividendo il desiderio di sentirsi parte di una comunità e di una cultura partecipata.

Il cuore pulsante della manifestazione è senza dubbio il volontariato con la sua forza aggregativa, uno spirito che anima tutta la manifestazione, un’immensa passione che riesce a coinvolge soprattutto i giovani e rappresenta il vero patrimonio umano da conservare e coltivare.

Un sentito ringraziamento va a tutti i volontari che collaborano con entusiasmo e partecipazione, con l’obiettivo di tenere unita la comunità, rivitalizzando le tradizioni e l’identità.
Complimenti agli organizzatori e buon divertimento a tutti.

Enoch Soranzo, Presidente Provincia di Padova

don leone cecchetto

Cari Loreggiani, per il parroco, la sagra di S. Rocco richiama prima di tutto le celebrazioni che si fanno in Chiesa in occasione della “Festa di S. Rocco”, nella nostra bella e nuovamente risplendente Chiesa parrocchiale. Quest’anno la Festa cade di martedì e quindi è preparata da una bella serie di altre feste: dall’Assunta, al lunedì, con la celebrazione degli anniversari di matrimonio e prima, evidentemente, dalla domenica.

E la Sagra? La Proloco già da tempo si attiva per la “Sagra di S. Rocco”, in modo che la festa possa dilatarsi e prolungarsi nelle varie direzioni e dimensioni della vita. La vita ha bisogno della festa, come ha bisogno del pane quotidiano ed è importante che vi siano persone che anche oggi si dedicano a mantenere viva questa dimensione.

Ci illudiamo o possiamo ancora sperare che vi siano persone che si dedicano con un senso di generosità e di gratuità si impegnano a tener viva nel nostro ambiente tradizioni come questa? È vero che viviamo nell’era di internet e della globalizzazione, è vero che tutte le manifestazioni di questo genere rischiano di diventare fotocopie l’una dell’altra, ma c’è anche lo sforzo di rimanere legati ad un territorio e ad una storia, sempre più consapevoli che questo radicamento ci permette di vivere relazioni più belle e più profonde.

Avevo un amico che, tempo fa, mentre camminava su un sentiero di montagna è scivolato ed è caduto all’indietro battendo la testa. Non ha riportato gravi ferite, ma per qualche giorno è rimasto privo di memoria. Per lui è stata un’esperienza terribile: non sapeva chi era e non riconosceva né famigliari né amici.

Anche noi, se perdiamo la memoria e il legame con il nostro territorio, rischiamo di perdere la nostra identità e i riferimenti importanti della vita. Anche le occasioni come la sagra di s. Rocco, se vissute con uno sguardo non superficiale, possono aiutarci ad approfondire e rafforzare questi legami.

È l’augurio che rivolgo a tutti.


P.S. Ringraziamo la “proloco” della possibilità di acquistare il volume “La storia della Chiesa di Loreggia” edito dalla parrocchia.

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti in particolare per le seguenti funzionalità: Video YouTube, Servizio statistiche Histats. Continuando a navigare, si accettano i cookie.